Regolamento

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA – A.S. 2018/2019

INGRESSO E USCITA DALLA SCUOLA – ASSENZE

L’ingresso degli alunni a scuola è fissato dalle ore 8.00 alle ore 8.10, NON OLTRE. Lezioni del mattino (da ottobre a giugno): ore 8,10 – 12,20. Alle 8,10 le porte degli edifici scolastici vengono chiuse. Gli alunni che arrivano in ritardo per validi motivi passeranno dalla segretaria per l’accettazione e l’accompagnamento dell’alunno in classe.

Le assenze o i ritardi programmati devono sempre essere comunicati alle insegnanti sul diario il giorno prima (NON a voce o telefonicamente). Per le comunicazioni con l’insegnante servirsi del diario nelle pagine apposite. Nel caso di assenze i compiti potranno essere ritirati direttamente in classe dai genitori dopo le 16.

I genitori sono tenuti a consegnare gli alunni al personale che accoglie, senza accedere alle rispettive aule; questo vale anche per il rientro a scuola degli alunni che pranzano a casa, che è previsto per le ore 13,50. Il rientro può essere anticipato dalle ore 13,15 (NON PRIMA). Si precisa quindi che i bambini al mattino (o nel pomeriggio per il rientro) devono essere consegnati alle insegnanti o al personale che assiste, NON lasciati al cancello o soli in cortile. E’un dovere per la sicurezza.

L’uscita al pomeriggio è dalle 16 alle 16,30. Alle 16,15 inizia il tempo prolungato fino alle 18,15, a richiesta. I genitori sono pregati di attenersi all’orario per consentire ai bambini di terminare il loro compito.

Al mattino e al pomeriggio, per snellire il traffico, è sufficiente non soffermarsi in cortile, lo richiedono i genitori stessi, che spesso non riescono ad accedere al parcheggio a causa della sosta prolungata oltre il necessario.

L’uscita da scuola con persona minorenne non è consentita. Per permettere al proprio figlio di uscire da scuola con una persona che non faccia parte della famiglia (es: genitore di un amico, amico di famiglia, baby-sitter, ecc.) è necessario il permesso scritto e firmato dai genitori (tramite l’utilizzo delle pagine apposite sul diario).

Ricordiamo che il DIARIO è il principale mezzo di comunicazione tra scuola e famiglia, deve quindi contenere tutti i dati e i numeri di telefono di riferimento in caso di necessità. La maestra di prima chiede gentilmente ai genitori di firmare il diario per presa visione tutti i giorni, ma ricordiamo che è buona norma controllare quotidianamente il diario.

FREQUENZA E TEMPO SCUOLA

Ricordiamo che per i bambini il tempo della scuola deve essere un tempo prioritario. Invitiamo pertanto ad evitare di assentarsi per lunghi periodi di vacanza durante l’anno scolastico. Nel caso in cui ciò accadesse, vi preghiamo di comunicarlo con largo anticipo alle insegnanti per consentire loro di potersi organizzare per i compiti da preparare. Sarà, poi, premura e compito dei genitori mettere in pari i bambini e accertarsi che recuperino il lavoro svolto in classe nei tempi richiesti dall’insegnante.

IMPORTANTE

A seguito dell’approvazione della legge regionale n.9 del 16 luglio 2015 sulla semplificazione delle certificazioni sanitarie, non sussiste più l’obbligo di certificazione medica per assenza scolastica superiore a 5 giorni, compresi i casi di assenza per malattia infettiva.

MENSA

I bambini che si fermano a scuola per il pranzo e usufruiscono della mensa, devono presentare all’insegnante al mattino, prima dell’inizio delle lezioni, il buono pasto (non denaro). I buoni pasto si acquistano in segreteria in blocchetti da 10 (o multipli) solo con pagamento a mezzo bancomat o carta di credito. I genitori perciò devono accertarsi che il proprio figlio al mattino prima dell’ingresso a scuola, sia munito del buono pasto. Poiché la gestione della mensa non è interna alla scuola e richiede prenotazione anticipata, non verranno accettate richieste di pasti nel corso della mattinata e non verranno rimborsati buoni pasto non utilizzati se la disdetta avviene dopo le ore 10.

COMPLEANNI

Per non creare confronti e disagi fra i bimbi, si è convenuto di limitare le feste di compleanno. Si accettano solo biscotti o torte secche già porzionate (niente bevande), da consegnare all’orario di ingresso in portineria o in segreteria. Non è consentito portare torte fatte in casa per una normativa dell’Ausl che riguarda la provenienza dei prodotti utilizzati.

COLLOQUI E COMUNICAZIONI

Durante l’orario scolastico, i genitori dovranno far pervenire comunicazioni urgenti per le insegnanti contattando direttamente la segreteria al numero 0522 862412 oppure tramite mail all’indirizzo suoredorotee@libero.it. Si ricorda che le insegnanti e la direttrice sono a disposizione, previo accordo, al di fuori dell’orario scolastico. In cortile durante l’assistenza all’uscita dalla scuola non sono ammessi colloqui.

SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI A SCUOLA

Visto il protocollo d’intesa per la somministrazione dei farmaci a scuola sul territorio dell’ASL Reggio Emilia, si registra l’obbligo da parte della scuola di somministrare i farmaci sulla base delle autorizzazioni specifiche rilasciate. La somministrazione di farmaci è riservata alle situazioni per il quale il medico curante e l’Asl valuta l’assoluta necessita di assunzione del farmaco nell’arco temporale in cui l’alunno frequenta la scuola. Può essere prevista in modo programmato per la cura di particolari patologie croniche e per i farmaci “salvavita”. 1. Tale somministrazione non deve richiedere il possesso di cognizioni specialistiche di tipo sanitario. 2. Deve essere prevista dal medico l’eventuale auto somministrazione da parte dell’alunno. 3. L’autorizzazione viene rilasciata su richiesta dei genitori dal medico dopo la valutazione del caso. I genitori sono pertanto invitati a compilare l’apposito modulo di autorizzazione in ogni sua parte, in modo chiaramente leggibile, senza possibilità di equivoci o di errori.

PATTO DI CORRESPONSABILITÀ

La Scuola, come comunità educante, si propone di unire ad un insegnamento serio, completo ed aggiornato, la formazione di cittadini che abbiano senso di identità, appartenenza, responsabilità, secondo il pensiero sempre attuale di Santa Paola Frassinetti, fondatrice delle Suore di Santa Dorotea e straordinaria figura di educatrice: “Educare per noi è guidare l’uomo per le vie del cuore e dell’amore, con dolcezza e fermezza, verso l’autonomia, affinché possa assumere responsabilmente il proprio posto nella società”. Al fine di perseguire questo obiettivo è necessario realizzare un’alleanza educativa tra famiglia, studenti e scuola, per condividere l’azione formativa e i percorsi di crescita degli alunni.

Pertanto la Scuola si impegna a:

– creare un clima sereno e corretto, favorendo l’accoglienza e il rispetto, lo sviluppo delle conoscenze e delle competenze, la maturazione dei comportamenti e dei valori, il sostegno nelle diverse abilità, l’accompagnamento nelle situazioni di disagio, la lotta ad ogni forma di pregiudizio e di emarginazione.

– offrire una formazione culturale e professionale qualificata, per realizzare i curricoli disciplinari e le scelte progettuali, metodologiche e pedagogiche, elaborate nel Piano dell’Offerta Formativa, tutelando il diritto dello alunno ad apprendere.

– procedere alle attività di verifica e di valutazione in modo congruo rispetto ai programmi e ai ritmi di apprendimento, chiarendone le modalità e motivando i risultati, rendendo l’alunno consapevole degli obiettivi e dei percorsi operativi.

– predisporre iniziative volte ad affrontare situazioni di difficoltà, attraverso l’attivazione di interventi finalizzati al recupero delle carenze didattiche, in riferimento a quanto previsto dalla normativa vigente.

– comunicare costantemente con le famiglie, in merito ai risultati, alle difficoltà, ai progressi nelle discipline di studio, oltre che ad aspetti inerenti il comportamento e la condotta.

– creare un clima di fiducia per favorire scambi e dialogo; prestare ascolto e attenzione ai problemi degli studenti, anche attraverso specifiche figure professionali, così da favorire l’interazione pedagogica con le famiglie.

I Genitori si impegnano a:

– instaurare un dialogo costruttivo con i docenti, rispettando la loro libertà di insegnamento e la loro competenza valutativa.

– sollecitare l’impegno costante e responsabile dei figli, senza legare il valore della persona al voto.

– stimolare nei figli una riflessione sul significato di eventuali interventi educativo – disciplinari.

– tenersi aggiornati su impegni, scadenze e iniziative scolastiche, controllando costantemente il diario personale, le comunicazioni scuola-famiglia, il materiale scolastico necessario e partecipando alle riunioni previste.

– far rispettare il calendario scolastico, l’orario di ingresso a scuola, limitare le uscite anticipate e le entrate posticipate, giustificare le assenze, vigilando sulla regolare frequenza scolastica dei figli.

– intervenire con coscienza e responsabilità, rispetto ad eventuali mancanze disciplinari o danni provocati dal figlio a carico di persone, arredi, materiali didattici, anche con il risarcimento del